Brevetti e
Modelli di Utilità

Il brevetto ed il modello di utilità consentono di produrre e commercializzare in esclusiva una determinata invenzione in uno o più Paesi, per un periodo di tempo limitato (venti anni per i brevetti, dieci per i modelli).

Il brevetto si ottiene per nuovi prodotti o procedimenti, per sistemi produttivi inventivi, per prodotti chimici che abbiano un uso nuovo, per nuovi alimenti ed in certi casi anche per un software.

La Fabbriciani & Olivieri si occupa della redazione e del deposito di domande di brevetto e di modello di utilità in Italia e ovunque all’estero.

I nostri consulenti si occuperanno della vostra invenzione lungo tutto il suo iter, dal deposito alla concessione, i nostri legali vi assisteranno nella tutela del brevetto o del modello per tutta la sua vita, fino alla decadenza.

I requisiti richiesti dalla legge sono:

  • La novità (l'invenzione dev'essere ancora segreta al momento del deposito).
  • L'impiego di attività inventiva, vale a dire l'invenzione non deve essere banale.
  • L'applicabilità ad un processo industriale, agricolo o artigianale.

Cosa è possibile
Brevettare?

La legge italiana e dei più importanti Paesi europei non specifica cosa è possibile difendere con un brevetto d’invenzione o con un modello di utilità, ma dà una definizione negativa elencando in maniera esaustiva cosa non è brevettabile:

Non sono brevettabili:

  • le scoperte
  • le teorie scentifiche
  • i metodi e gli algoritmi matematici
  • i piani, i princìpi ed i metodi per attività intellettuali
  • regolamenti di giochi
  • “business plan”
  • programmi di elaboratore (software) se non sono applicati a macchine o dispositivi
  • le presentazioni di informazioni

Molti di queste fattispecie trovano viceversa protezione nella legge sul Diritto d’autore.

Sono inoltre esclusi dall’oggetto di un brevetto, soprattutto per motivi etici, anche:

  • i metodi per il trattamento chirurgico o terapeutico del corpo umano o animale
  • i metodi di diagnosi applicati al corpo umano o animale
  • le varietà vegetali e le razze animali ed i procedimenti essenzialmente biologici di produzione di animali o vegetali
  • le nuove varietà vegetali che sono state modificate geneticamente

Infine, non si è possibile brevettare tutto ciò che presuppone un’attuazione contraria all’ordine pubblico o al buon costume.